I difetti visivi negli anta: quali sono le opzioni di correzione

I difetti visivi negli anta: quali sono le opzioni di correzione

Parliamo delle classi 1973 - 1982. Se da pochi mesi o da qualche anno siete entrati negli “anta”, sapete che la prevenzione, anche delle malattie oculari, deve intensificarsi.

Anche se non avete mai avuto problemi di vista, i rischi di sviluppare patologie oculari aumentano con l’età.

La presbiopia è una delle patologie che fisiologicamente arriva dopo i 40 anni ed è dovuta al progressivo indurimento del cristallino che riduce la capacità di mettere a fuoco oggetti e scritte vicini.

COSA ACCADE ALL’OCCHIO DOPO I 40 ANNI

Dai 40 anni in poi i tessuti iniziano progressivamente ad invecchiare e i rischi per la salute degli occhi e la vista aumentano.

La presbiopia

La lente dell’occhio perde progressivamente flessibilità e quindi la sua capacità di cambiare il fuoco per vicino e per lontano, la cosiddetta capacità di accomodazione.

Ecco che attività come scrivere messaggi nello smartphone o leggere le notizie sul tablet diventano più difficoltose e richiedono l’allontanamento progressivo dello schermo dai vostri occhi.

Se soffrite già di ipermetropia e astigmatismo vi renderete conto prima di aver sviluppato anche la presbiopia; mentre se siete miopi compenserete e avrete bisogno di togliervi gli occhiali, almeno per i primi tempi.

La miopia

La miopia può essere spesso degenerativa e aumentare non solo durante l’adolescenza. L’allungamento del bulbo oculare o una cataratta precoce possono far peggiorare la miopia.

Se la miopia non viene corretta adeguatamente si può rischiare un ulteriore peggioramento e la compromissione della qualità della vita..

Bisogna prestare attenzione ai sintomi ed eseguire con regolarità le visite di controllo per valutare non solo l’acuità visiva, ma anche la salute del cristallino, della retina e di tutte le strutture oculari.

Il glaucoma

Per via delle modifiche del cristallino e della riduzione della profondità della camera anteriore, il rischio di aumento della pressione intraoculare, la principale causa di glaucoma, aumenta.

I sintomi del glaucoma si percepiscono troppo tardi, quando il danno al nervo ottico e quindi alla vista è irreversibile.

La visita di idoneità alla chirurgia refrattiva è spesso una buona scusa per effettuare anche lo screening per il glaucoma e valutare nel complesso lo stato di salute di tutto l’occhio.

La cataratta

La cataratta è l’opacizzazione e l’indurimento progressivo del cristallino che comporta una ridotta visione o alterata percezione della luce e dei colori.

É una patologia frequente e fisiologica dopo i 60 anni, ma talvolta può insorgere precocemente intorno ai 40-45 anni, specialmente nei casi di prolungata esposizione ai raggi UV, diabete, traumi, familiarità o prolungate terapie cortisoniche.

QUALI OPZIONI PER CORREGGERE I DIFETTI VISIVI DOPO I 40 ANNI

Esistono diverse opzioni per correggere i difetti di vista in maniera temporanea o prolungata nel tempo, ma prima di valutare le strade percorribili è sempre opportuno effettuare la visita di idoneità, una visita oculistica approfondita per verificare la salute oculare ed escludere o valutare la presenza di altre patologie come quelle elencate sopra.

La correzione con occhiali da vista è sempre la prima soluzione per la correzione di difetti visivi. Gli occhiali da lettura per la presbiopia vengono prescritti in base alla gravità del difetto. La prescrizione dovrà essere adeguata nel tempo man mano che la presbiopia aumenta.

Se volete correggere i difetti visivi in maniera prolungata nel tempo, avete diverse opzioni, in base alla vostra età, agli attuali difetti visivi e all'eventuale presenza di altre patologie.

La Presbyond

La Presbyond è il tipo di correzione della presbiopia più frequente e presenta numerosi vantaggi. Primo fra tutti quello di poter mettere a fuoco anche sulla distanza intermedia, oltre che nella breve e nella lunga.

Si tratta dell’ultima tecnica di chirurgia refrattiva, in cui il laser modella le due cornee in maniera diversa e personalizzata per evitare o minimizzare l’uso degli occhiali da lettura.

Anche Ambra Angiolini, 45 anni, ha recentemente annunciato di essersi sottoposta all’intervento di chirurgia refrattiva, felice di aver abbandonato occhiali e lenti a contatto.

Se poi soffrite anche di miopia, ipermetropia o astigmatismo, potete correggere anche questi difetti nella stessa seduta, in 10-15 minuti.

Le lenti intraoculari

Le lenti intraoculari, ICL, sono delle lenti che si posizionano piegate sopra il cristallino attraverso una microincisione e poi si aprono automaticamente.

Correggono tutti i difetti visivi, e l’intervento dura 15 minuti. Il decorso postoperatorio è in genere più rapido e si nota un buon risultato nella visione già subito dopo l’intervento.

Le lenti fachiche sono in genere prese in considerazione nei pazienti al di sotto dei 50 anni e quando la chirurgia refrattiva è controindicata per presenza di patologie o cornee particolarmente sottili.

Sostituzione del cristallino

La sostituzione del cristallino è di solito rara nei 40enni, ma può essere presa in considerazione verso i 50 anni o in caso di cataratta precoce.

L’intervento include la facoemulsificazione, l’asporto del cristallino indurito o poco flessibile e l’inserimento di una nuova lente biocompatibile premium che consenste di correggere la presbiopia e la miopia.

Si tratta in sostanza di anticipare l’intervento di cataratta che si rende necessario in genere dopo i 65 anni.

Qualsiasi sia il difetto visivo sarà il chirurgo, dopo una visita accurata, a consigliare la migliore opzione per migliorare la vista e farvi abbandonare gli occhiali.

Se desiderate maggiori informazioni sulla correzione dei difetti visivi dopo i 40 anni, chiamateci allo 079232532 o lasciate il vostro nome, cognome e numero di telefono in un messaggio privato sulla nostra pagina Facebook per essere ricontattati.

CONDIVIDI
Pin It