I vantaggi e i costi della correzione dei disturbi visivi a confronto

I disturbi visivi come miopia, astigmatismo, ipermetropia e per gli over 40 anche la presbiopia, comportano un alto costo per la loro correzione. Qualsiasi metodo si scelga la spesa è sempre impegnativa, ma necessaria per migliorare la qualità della vista e della vita in ogni attività quotidiana.

La vista è considerata il senso più importante, quello che ci permette di emozionarci leggendo un buon libro o davanti ad un panorama mozzafiato. Per non parlare poi della bellezza di vedere e riconoscere il volto dei propri figli o dei propri cari. Una buona visione è anche necessaria per compiere i più semplici gesti quotidiani come camminare, cucinare, fare sport, guidare o guardare la tv. La correzione dei difetti visivi è una necessità primaria, almeno in questo lato del mondo e bisogna ritenersi fortunati ad avere questa possibilità. 1.3 miliardi di persone nel mondo vive con qualche forma di disturbo visivo e l’80% e di questi è evitabile. Gli errori di refrazione non corretti sono purtroppo la prima causa di cecità nel mondo.

QUALI SONO I VANTAGGI E I COSTI DELLA CORREZIONE DEI DISTURBI VISIVI?

Le tre principali forme di correzione dei disturbi visivi sono:

  • gli occhiali da vista
  • le lenti a contatto
  • la chirurgia refrattiva

Gli occhiali da vista

Gli occhiali da vista sono la prima soluzione. Consentono una visione eccellente nella maggior parte dei casi perché correggono interamente il difetto visivo, sono un accessorio di stile, almeno per chi li ama, ma è anche vero che possono risultare scomodi, pesanti e per qualcuno possono costituire un elemento di insicurezza nei rapporti con gli altri. Inoltre, non si ha una buona visione a 180 gradi e questo costringe chi porta gli occhiali a ruotare il collo per vedere bene ai lati del campo visivo.

Il costo degli occhiali da vista può variare anche di diverse centinaia di euro in base alla montatura e al tipo di lente. Si parte da modelli base non marchiati a poche decine di euro lenti incluse, presso i canali non specializzati o alcuni negozi di ottica in franchising che regalano la montatura o fanno prezzi promozionali. Se si opta però per le grandi marche e lenti particolari come ad esempio quelle con antiriflesso o fotocromatiche, si può arrivare anche a diverse centinaia euro. Se parliamo di occhiali da lettura il prezzo è decisamente inferiore e può andare da 10 a 50 euro in media, a meno che non si acquistino degli occhiali personalizzati con lenti multifocali. In questo caso il prezzo può raggiungere facilmente i 200-300 euro.

Le lenti a contatto

Le lenti a contatto sono una scelta comune specialmente per chi trova gli occhiali da vista fastidiosi e limitanti. In Italia i portatori di lenti a contatto sono circa 2 milioni. Molti però lamentano fastidi o intolleranze legati al loro uso. Le lenti danno grandi vantaggi perché consentono una visione buona con un campo visivo più ampio e sono spesso la scelta preferita degli sportivi e di chi ha uno stile di vita molto attivo. Il passaggio dagli occhiali da vista alle lenti a contatto è sempre una grande conquista almeno inizialmente, ma col passare del tempo, gli aspetti negativi delle lenti iniziano a pesare. Chi usa frequentemente le lenti a contatto, per molte ore al giorno, è più soggetto ad infezioni, rossori e secchezza oculare.

Il costo delle lenti a contatto varia in base alla tipologia della lente; generalmente quelle giornaliere sono più costose. In generale, il prezzo può variare da pochi euro fino ad arrivare a cifre più importanti per i pack di lenti giornaliere.

L’intervento di chirurgia refrattiva

L’intervento di chirurgia refrattiva non viene considerato nell’immediato, ma dopo tanti anni di occhiali e lenti a contatto è un desiderio di molti. Si tratta di una soluzione chirurgica mini-invasiva che garantisce notevoli vantaggi nel lungo periodo. Le tecnologie laser, tra cui quelle di ultima generazione come il Visumax, consentono di rimodellare la cornea in pochi minuti e correggere il difetto visivo. Nella maggior parte dei casi la correzione è definitiva, a meno che non intervengano patologie legate all’età e la qualità della vita è di gran lunga superiore al beneficio offerto dalle soluzioni di correzione con occhiali da vista e lenti a contatto.

La chirurgia refrattiva è un investimento importante. I prezzi sono elevati soprattutto per il costo dei macchinari, che valgono diverse centinaia di migliaia di euro. I nostri prezzi, che sono tra i più bassi d’Italia, partono da 1.150 euro per occhio fino ad arrivare a 2.530 euro per occhio per la tecnica più recente la SMILE disponibile esclusivamente al COS in Sardegna.

Nello schema che segue, sono messi a confronto i prezzi delle soluzioni con occhiali da vista, lenti a contatto mensili e giornaliere e la chirurgia refrattiva, per entrambi gli occhi. Il confronto si basa su prezzi esemplificativi medi di 250 euro per gli occhiali da vista considerando di doverli cambiare ogni 2 anni, 12 euro per le lenti mensili e 30 euro per le lenti giornaliere.

Tempo Occhiali da vista Lenti a contatto mensili Lenti a contatto giornaliere Chirurgia refrattiva

10 anni

€1.250

€1.440

€3.600

€2.300 - €5.0 60

15 anni

€1.875

€2.160

€5.400

€2.300 - €5.060

20 anni

€2.500

€2.880

€7.200

€2.300 - €5.060

Per chi usa esclusivamente gli occhiali, la spesa è sicuramente più contenuta, ma se questi sono associati all’uso di lenti a contatto, si nota che si ha un risparmio che va da 390 euro nei primi 10 anni, in caso di correzione con chirurgia refrattiva con tecnica PRK a fronte dell’uso di occhiali e lenti mensili, a 4.640 euro se si opta per la chirurgia refrattiva con tecnica SMILE in un arco temporale di 20 anni, rispetto all’uso di occhiali e lenti a contatto giornaliere. Questo è solo un esempio, ma ognuno in base alla sua spesa annuale può calcolare la convenienza economica individuale.

Ci teniamo a precisare che l’aspetto economico è sicuramente un fattore importante nella scelta, ma non è l’unico che deve essere tenuto in considerazione. Ogni persona è diversa e anche le esigenze sono soggettive. Qualcuno ama gli occhiali da vista, qualcun altro proprio non li sopporta, così come le lenti a contatto che possono essere più o meno tollerate a seconda della predisposizione di ogni occhio. Infine, quando si considera la chirurgia refrattiva bisogna mettere in conto che si tratta di un intervento chirurgico che benché mini-invasivo, può comportare rischi e fastidi. Qualora si opti per la chirurgia refrattiva è bene valutare con calma le motivazioni che spingono all’intervento e chiarire ogni dubbio con il proprio chirurgo per superare ogni paura.

Per avere maggiori informazioni sulle migliori opzioni di correzione dei disturbi visivi, potete chiamare la nostra segreteria allo 079232532 o lasciare i recapiti sul nostro form o in un messaggio privato sulla nostra pagina Facebook per essere ricontattati.

0
0
0
s2sdefault