vuoi arruolarti nei corpi militari

Per te che vuoi arruolarti nei corpi militari

Ottieni una vista a prova di concorso per i corpi militari con la chirurgia refrattiva

Hai tra i 18 e i 25 anni e il tuo sogno è quello di arruolarti nei corpi militari. Oltre a studiare tanto per superare il concorso, saprai che uno dei requisiti richiesti per l’idoneità durante la visita medica è l’acuità visiva.
COME TI PUÒ AIUTARE LA CHIRURGIA REFRATTIVA NEI CONCORSI PER I CORPI MILITARI?
La chirurgia refrattiva, se adeguatamente pianificata, ti consente di arrivare alla visita medica per il concorso più sereno, e di poterti concentrare completamente sulla preparazione per gli altri test.
La chirurgia refrattiva ti aiuta a raggiungere i requisiti visivi adatti in base alle specifiche del bando di concorso per i corpi militari.
QUALE È LA TECNICA DI CHIRURGIA REFRATTIVA PIÙ ADATTA A ME?
La tecnica di chirurgia più adeguata viene stabilita alla fine della visita di idoneità in base ai risultati degli esami e test eseguiti durante la visita.
L’Esercito Italiano, la Marina e l’Aeronautica Militare, l’Arma dei Carabinieri, la Polizia, la Guardia di Finanza e i Vigili del Fuoco e tutti gli altri corpi militari hanno requisiti precisi in merito alla visione, diversi tra loro.
Ti invitiamo a prendere visione delle specifiche indicate dal bando, nel quale è di solito indicato se è ammessa la correzione chirurgica e anche quale tipo di tecnica è consentita.
QUALI ASPETTI CONSIDERARE PER ESSERE PRONTI AL CONCORSO CON LA CHIRURGIA REFRATTIVA?
Consigliamo sempre di effettuare la visita di idoneità alla chirurgia refrattiva almeno 3-6 mesi prima rispetto alla data del concorso. L’ideale è prenotarla 8-10 mesi prima.
Alcuni aspetti da considerare quando si pianifica l’intervento per la partecipazione ai concorsi militari sono:
  • Il riposo da lenti a contatto Bisogna sospendere l’uso delle lenti morbide nei 20 giorni precedenti alla visita, 30 giorni se si tratta di lenti rigide. Le lenti possono modificare la curvatura della cornea e compromettere il risultato degli esami oculistici.
  • Il decorso postoperatorio Il miglioramento della vista si può notare già subito poche ore dall’intervento, ma in alcuni casi può essere necessaria qualche settimana, in altri casi qualche mese. Anche i fastidi operatori, come rossore, bruciore o secchezza possono permanere per periodi di tempo diversi in base alla reazione individuale alla chirurgia.
  • Le visite di follow up La prima visita di follow up viene effettuata a 24 ore dall’intervento di chirurgia refrattiva, dove in molti casi si nota già un notevole miglioramento della vista. Le successive visite di controllo vengono effettuate a 1 mese e sei mesi dopo l’operazione, in cui si ha maggiore certezza della stabilità del risultato raggiunto. Nel caso della tecnica PRK i controlli vengono effettuati ogni due mesi circa dopo il primo mese.
Per te che vuoi arruolarti nei corpi militari
Poiché la risposta all’intervento è variabile da persona a persona e poiché per alcune tecniche di intervento, il recupero visivo può richiedere anche oltre sei mesi, prima si fa la valutazione e meglio è.
Scopri se sei idoneo alla chirurgia refrattiva e inizia il tuo percorso verso la libertà da occhiali e lenti a contatto e il tuo concorso per i corpi militari.