Visita oculistica


La visita oculistica permette di stabilire lo stato di salute degli occhi e della vista con una serie di esami strumentali effettuati dall’oculista, che analizza l’anatomia e la fisiologia dell’apparato visivo.

IN CHE COSA CONSISTE LA VISITA OCULISTICA?
Il paziente dopo essere stato accolto da Manila o Patrizia viene accompagnato da uno dei professionisti COS che procederà all’anamnesi. Il medico farà alcune domande sullo stile di vita ed eventuali patologie presenti per poi effettuare gli esami strumentali:

  • Visus: serve a valutare l’acuità visiva in decimi, attraverso la lettura di alcune righe di lettere su un tabellone luminoso detto ottotipo
  • Autorefrattometria: serve a valutare il difetto visivo in maniera rapida e analizzare la trasparenza di cornea e cristallino
  • Biomicroscopia: attraverso la lampada a fessura si analizza l’anatomia dell’occhio, valutando le ciglia ed i puntini lacrimali, la congiuntiva, la sclera, la cornea, l’iride, la pupilla ed il cristallino
  • Tonometria: serve a misurare la pressione intraoculare per prevenire una patologia molto importante che spesso non da sintomi, il glaucoma
  • Esame della refrazione
  • Fundus oculi: serve ad esaminare la parte interna dell’occhio, in particolare la retina periferica, la macula e la testa del nervo ottico.

COME PREPARARSI ALLA VISITA OCULISTICA?
La prima visita o una visita di controllo richiede alcuni preparativi.
È opportuno:

  • assumere i farmaci quotidiani se si segue una terapia
  • portare eventuale documentazione clinica pregressa rilevante
  • indossare gli occhiali da vista se si è già in possesso di una prescrizione e portare con sé le LAC normalmente utilizzate
  • sospendere le lenti a contatto almeno 72 ore prima della visita in caso di lenti rigide e 48 ore in caso di uso di lenti morbide o giornaliere
  • venire accompagnati da un amico o un familiare perché la dilatazione della pupilla indotta da alcuni colliri per l’esame della parte posteriore dell’occhio, può causare fotofobia e rendere la guida difficoltosa

Tutti gli esami strumentali sono assolutamente indolore e la visita dura circa un’ora.

Questo sito utilizza i cookies per facilitarne la navigazione ed il funzionamento. Utilizzandolo si accettano le modalità attuali.