Presbiopia


La presbiopia è un difetto refrattivo che compare con l’età, in genere intorno ai 40 anni, in cui si perde la capacità di mettere a fuoco gli oggetti vicini. La presbiopia non è quindi considerata una vera e propria patologia, ma è una condizione fisiologica legata alla perdita di elasticità del cristallino, che non riesce a mettere a fuoco gli oggetti vicini. Avviene più precocemente nei soggetti ipermetropi e negli astigmatici e in modo meno evidente, nei miopi.

QUALI SONO I SINTOMI DELLA PRESBIOPIA?
Sintomo principale della presbiopia è la difficoltà di lettura alla quale sono associati altri disturbi come l’affaticamento visivo nella lettura prolungata, lo sdoppiamento delle lettere, arrossamento agli occhi, lievi bruciori e anche mal di testa. Chi ha una lieve miopia deve invece togliere gli occhiali per poter leggere. Bisogna evitare le conseguenze che essa comporta se non adeguatamente trattata. Uno sforzo visivo continuo e non controllato può acutizzare dei segni di stanchezza visiva, fino a determinare delle vere e proprie malattie.