Chirurgia della cataratta e lensectomia a scopo refrattivo


L’intervento si effettua in sala operatoria.

Nell’adulto si effettua in anestesia topica (applicazione di anestetico in collirio in superficie) e non richiede degenza.
Si pratica una piccola incisione alla periferia della cornea, attraverso la quale si introduce una sonda ad ultrasuoni (facoemulsificatore), che frammenta il cristallino e contemporaneamente aspira il materiale prodotto. Attraverso la stessa incisione, si inserisce quindi la lente predefinita (cristallino artificiale).

La possibilità di sostituire il cristallino naturale con un cristallino artificiale consente inoltre di compensare gli eventuali difetti refrattivi preesistenti, in quanto la lente che viene impiantata è scelta accuratamente dal chirurgo in fase pre-operatoria.
In fase preoperatoria il paziente viene sottoposto ad una serie di esami strumentali specifici per garantire la correzione ottimale.

Questo sito utilizza i cookies per facilitarne la navigazione ed il funzionamento. Utilizzandolo si accettano le modalità attuali.