La tecnica Lasik: il metodo più utilizzato nella chirurgia refrattiva

La tecnica LASIK (Laser ASsisted In situ Keratomileusi) è il tipo di chirurgia refrattiva più richiesto, con oltre 40 milioni di interventi effettuati in tutto il mondo da oltre 27 anni. La Lasik è una tecnica molto versatile, che permette di correggere miopia, ipermetropia e astigmatismo.

IN COSA CONSISTE LA TECNICA LASIK?

Nella tecnica Lasik, la correzione del difetto visivo avviene nella parte più profonda della cornea (stroma), attraverso l’uso del Laser ad eccimeri Mel 90 prodotto dalla Carl Zeiss Meditec. L’intervento dura circa dieci minuti per occhio.

Dopo una visita oculistica completa che stabilisce l’idoneità del paziente all’intervento, viene fissata la data della seduta operatoria. Il chirurgo, dopo aver trattato l’occhio del paziente con alcune gocce di anestetico, crea un disco nella cornea chiamato “flap”, che viene sollevato per poter effettuare la correzione del difetto visivo. Spesso l’incisione viene effettuata con il microcheratomo, un bisturi meccanico, oppure per chi possiede l’ultima tecnologia disponibile, come nel caso del Centro Oculistico Sardo, il laser a femtosecondi VISUMAX, utilizzato per la tecnica SMILE. Una volta sollevato il flap, la luce ultra-violetta del laser ad eccimeri può modellare la cornea, rispristinando la corretta messa a fuoco in base al difetto visivo. Il flap viene poi riposizionato sulla cornea dove cicatrizzerà naturalmente senza l’uso di punti o bendaggi.

QUALI SONO I VANTAGGI DELLA TECNICA LASIK?

La tecnica Lasik presenta numerosi vantaggi sia per la varietà dei difetti trattati che per i bassissimi rischi di complicazioni. I principali benefici sono:

  • Correzione totale del difetto visivo: oltre il 90% dei pazienti non ha più bisogno di occhiali o lenti a contatto, ma esistono dei casi spesso prevedibili in cui restano alcune diottrie di difetto visivo.
  • Miglioramento dell’acuità visiva già immediatamente dopo l’intervento: la stabilizzazione completa della vista avviene generalmente entro i tre-quattro mesi successivi.
  • Ritorno alle attività quotidiane nelle 24 ore successive all’intervento: si consiglia generalmente un riposo di 48 ore, ma è possibile andare a lavorare, guidare e svolgere altre attività che non richiedano uno sforzo eccessivo della vista già il giorno dopo.
  • Stabilità del risultato nel tempo: l’acuità visiva raggiunta con la tecnica Lasik viene mantenuta nel tempo, ad eccezione di alcuni casi legati all’età o alla morfologia dell’occhio, per cui può ricomparire o formarsi un nuovo difetto visivo.

A CHI È CONSIGLIATA LA CHIRURGIA REFRATTIVA CON TECNICA LASIK?

Durante la visita oculistica approfondita, è possibile che il paziente risulti idoneo esclusivamente per la chirurgia refrattiva con la tecnica Lasik, ma molti sono i casi in cui l’idoneità si ha per tutte e tre le tecniche – PRK, Lasik e SMILE. In questo caso, la scelta è a discrezione del paziente, purché accuratamente informato sulle procedure e i relativi rischi di complicazioni.

Generalmente la tecnica Lasik è quella scelta con maggiore frequenza perché eseguita da più tempo rispetto alla SMILE e presenta un costo meno elevato, garantendo comunque tempi di recupero brevi e bassi rischi di fastidi post-operatori.

Il Centro Oculistico Sardo è stato il primo ad effettuare la tecnica Lasik con l’uso del femtolaser in Sardegna ed è la struttura che ha eseguito il maggior numero di interventi di chirurgia refrattiva con questa tecnica.

Chiunque desiderasse avere maggiori informazioni sulla chirurgia refrattiva e sulla tecnica Lasik, può contattarci al numero 079 232532, scriverci a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. o lasciare un messaggio privato sulla nostra pagina Facebook.