Siete pronti a vivere metà della vostra vita con la presbiopia?

Siete pronti a vivere metà della vostra vita con la presbiopia?

Oltre un miliardo di persone nel mondo è presbite e circa il 50% degli adulti italiani sopra i 50 anni soffre di presbiopia spesso non corretta.

La presbiopia insorge dopo i 40 e si stabilizza intorno ai 65 anni, ma recenti studi hanno dimostrato come l’età in cui si manifestano i primi sintomi si sta progressivamente abbassando.

Si registrano casi di presbiopia nei giovani trentenni e questo potenzialmente espone le persone a dover convivere con questo difetto visivo per 40 o 50 anni, fino a che non sopraggiunge la cataratta.

PERCHÉ L’ETÀ MEDIA SI STA ABBASSANDO

Pochi anni fa un centro oculistico di Tokyo ha segnalato l’aumento di casi tra i giovani di 20 e 30 anni che lamentavano sintomi di presbiopia.

Secondo una precedente ricerca del gruppo giapponese Gankyo Publishing Co., i giovani fino ai 34 anni che lamenterebbero difficoltà nel mettere a fuoco per vicino sarebbero passati dallo 0.5% nel 2012 al 6.7% nel 2013.

La causa principale sembrerebbe essere l’uso di smartphone e schermi che causano stress per gli occhi e il muscolo ciliare.

Lo smartphone causa davvero la presbiopia?

Si parla di presbiopia indotta da smartphone, ma di fatto non si tratta di presbiopia vera e propria legata all’invecchiamento del cristallino, ma del maggiore stress per il muscolo ciliare di dover aumentare la capacità del cristallino per mettere a fuoco gli oggetti vicini.

Bisogna precisare che non esistono studi che dimostrano una relazione di causa-effetto sui sintomi della presbiopia precoce e l’uso di smartphone.

È invece provato l’aumento del rischio di presbiopia precoce, qualora si soffra di malattie sistemiche o si faccia uso di determinati farmaci, come:

  • Diabete
  • Patologie cardiovascolari
  • Antidepressivi, antistaminici e diuretici

L’aumento dell’incidenza di queste patologie e della prescrizione di antidepressivi e antistaminici potrebbe spiegare lo sviluppo della presbiopia in giovane età in queste persone.

QUALI SONO LE SOLUZIONI PER PREVENIRE O CORREGGERE LA PRESBIOPIA?

Se l’idea di passare metà della vostra vita con la presbiopia non vi alletta per niente, vi capiamo benissimo.

Lo smartphone è entrato a far parte della nostra vita e tra messaggi, email, notizie, meteo, e game app sembra davvero impossibile staccare gli occhi dallo schermo per qualche ora.

Se avete meno di 45 anni potete adottare dei cambiamenti nelle vostre abitudini per proteggere la vista:

  • Fate delle pause in cui per qualche minuto distogliete lo sguardo o programmate delle ore della giornata in cui state lontano dallo smartphone
  • Usate degli occhiali con lenti schermate per la luce blu degli schermi
  • Riducete la luminosità dello schermo del vostro telefono
  • Mantenete uno stile di vita sano, un peso normale, fate attività fisica e seguite una dieta bilanciata

Questi accorgimenti contribuiscono a preservare la salute degli occhi, ma non sempre sono sufficienti a contrastare altri fattori di rischio.

La visita oculistica di controllo è il modo migliore per monitorare la salute degli occhi

Una visita di controllo completa effettuata ogni anno soprattutto se sapete di aver fattori di rischio o avete più di 40 anni è fondamentale per porre subito rimedio ai sintomi legati alla presbiopia.

La presbiopia quando insorge può essere corretta in diversi modi.

Occhiali da vista o da lettura

La prescrizione degli occhiali da lettura aiuta a non sforzare eccessivamente la vista e farvi lavorare al pc, leggere e mettere a fuoco anche le scritte più piccole con facilità.

Se siete miopi, i sintomi della presbiopia si notano più tardi, ma quando arrivano può essere necessario adeguare le correzione delle lenti o passare agli occhiali progressivi.

Gli occhiali sono la soluzione ricercata nell’immediato, ma sappiamo che spesso, soprattutto quelli da lettura per chi non ha mai portato occhiali, sono scomodi, si dimenticano e fanno apparire più vecchi.

Chirurgia refrattiva

La chirurgia laser è una soluzione che in pochi minuti modella cornea ed è in grado di correggere non solo la presbiopia, ma anche gi altri difetti visivi contemporaneamente.

Non dovete più essere dipendenti da occhiali da vista o da lettura, e benché l’intervento non blocca l’invecchiamento del cristallino, potete godervi in genere qualche anno di libertà o addirittura molti fino all’insorgere della cataratta.

Presbyond®

La tecnica Presbyond® è dedicata alla correzione della presbiopia.

Il laser corregge i due occhi in maniera diversa e personalizzata, in modo da garantire un buona messa a fuoco nella breve e lunga distanza e anche nella distanza intermedia grazie all’esclusiva tecnologia Blend Zone.

La Presbyond® viene utilizzata più frequentemente nella fascia di età 40-55 anni, ma ci sono casi in cui la correzione viene tollerata anche dai più giovani con i primi sintomi di presbiopia, o dai senior oltre i 60 anni che ancora hanno un cristallino funzionale.

Chirurgia della cataratta

La presbiopia può essere anche trattata quando si esegue l’intervento di cataratta, in genere dopo i 65 anni.

Il nuovo cristallino viene personalizzato per garantire una visione ottimale su tutte le distanze.

Per maggiori informazioni sul trattamento della presbiopia o l’intervento con Presbyond®, potete chiamarci allo 079.232532, scriverci un messaggio privato sulla nostra pagina Facebook o compilare il form sul nostro sito web.

CONDIVIDI
Pin It