Prendersi cura della vista in attesa dell’intervento di cataratta

Prendersi cura della vista in attesa dell’intervento di cataratta

La cataratta è l’intervento di chirurgia oculare più comunemente effettuato. In questi ultimi mesi questo tipo di chirurgia è stato sospeso per una migliore gestione dell’emergenza Covid e tante persone sono ancora in attesa della sostituzione del cristallino per una migliore visione.

Chiariamo subito che rimandare un intervento di cataratta di qualche mese non è dannoso per la vista, ma può essere molto fastidioso per chi ha una cataratta in stadio avanzato che compromette la qualità della visione.

PERCHÉ LA CATARATTA PUÒ ESSERE FASTIDIOSA DURANTE IL COVID?

La cataratta consiste nell'opacizzazione del cristallino, le lente dell’occhio, e la sua progressione può creare disturbi visivi più o meno gravi.

Se lo stadio della cataratta era già avanzato prima della sospensione degli interventi, in questi mesi è possibile che abbiate notato un ulteriore calo della vista.

Altri sintomi che possono compromettere la qualità della vista sono:

  • Fotofobia o abbagliamento in presenza di luce

  • Hazing, quando si vedono delle aure intorno alle luci

  • Visione sdoppiata

  • Minore vividezza dei colori

Tanto più è estesa l’opacizzazione, tanto più intensi saranno i sintomi.

COSA FARE IN ATTESA DELL’INTERVENTO DI CATARATTA?

Se i sintomi non comportano un eccessivo peggioramento della qualità di vita, attendere qualche mese prima di effettuare la chirurgia della cataratta, non comporta un rischio per la salute.

Se avete superato i 70 anni o soffrite di patologie cardiovascolari o che possono compromettere il sistema immunitario, è opportuno valutare la possibilità di effettuare l’intervento di cataratta con il vostro chirurgo.

Se invece sono presenti comorbidità oculari, come maculopatia, glaucoma e retinopatia diabetica e l’intervento di cataratta contribuisce ad una migliore gestione delle altre patologie, è consigliato non aspettare.

È importante che ogni caso venga valutato individualmente dall'oculista e che siate coinvolti nel processo decisionale per quanto riguarda il vostro intervento..

In attesa della chirurgia della cataratta, potete utilizzare alcuni accorgimenti per migliorare la qualità della vostra vita nelle attività quotidiane:

  • Illuminate ambienti e piani di lavoro per facilitare la lettura e i lavori manuali o di precisione

  • Eliminate tappeti e ostacoli in casa che possono farvi inciampare o cadere, se la capacità visiva è ridotta

  • Proteggete gli occhi dai raggi UV quando siete all’aria aperta, soprattutto nei mesi estivi e nelle ore centrali della giornata

  • Seguite un’alimentazione sana e ricca di frutta, verdura e omega3

  • Fate esercizio, anche moderato, come una camminata di 30 minuti ogni giorno

  • Continuate le terapie domiciliari prescritte dal vostro oculista e consultatelo se avete dubbi o incontrate difficoltà nel seguirla

LA CHIRURGIA DELLA CATARATTA AL COS

Al COS abbiamo ripreso le attività di chirurgia ambulatoriale da circa un mese, seguendo rigorosamente i protocolli del governo e della SOI in materia di prevenzione e controllo delle infezioni che includono l’uso di dispositivi di protezione aggiuntivi, la regolare attività di sanificazione degli spazi e il triage telefonico del paziente prima dell’intervento.

La chirurgia della cataratta al COS è possibile eseguirla con l’uso di uno strumento di ultima generazione, Zepto, per l’incisione del sacco che contiene il cristallino.

La capsuloressi è una delle fasi più delicate dell’intervento di cataratta, dalla quale dipende il successo dell’intervento. Questo strumento consente una maggiore precisione e rapidità rispetto alla sua esecuzione manuale, rendendo l’operazione ancora più sicura e accurata.

LA FASE POSTOPERATORIA DELLA CATARATTA IN TEMPO DI COVID-19

Quando effettuate l’intervento di cataratta, è ancora più importante in tempo di Covid-19 seguire scrupolosamente le indicazioni del chirurgo oculare per evitare l’insorgenza di complicazioni e infezioni dopo l’intervento.

Gli occhi, oltre che il naso e la bocca, sono un canale di ingresso per virus e batteri, e bisogna proteggerli.

Come raccomanda la SOI, bisogna implementare tutte le misure per prevenire e contenere le infezioni e dovete prestare ancora più attenzione all'igiene delle mani e a non toccare gli occhi e la zona perioculare.

Seguire le linee guida e la terapia indicate dal vostro chirurgo durante la fase postoperatoria, è il modo più efficace per prevenire le infezioni, avere un recupero più rapido e tornare alla vostra quotidianità in pochi giorni.

Se desiderate maggiori informazioni sull'intervento, potete consultare la nostra Guida alla Chirurgia della Cataratta online.

Per prenotare un appuntamento, potete chiamare la nostra segreteria allo 079.232532 oppure scriverci un messaggio privato sulla nostra pagina Facebook.

0
0
0
s2sdefault