Chirurgia refrattiva e tempi di recupero

Chirurgia refrattiva e tempi di recupero

Passate la visita di idoneità, vi presentate il giorno dell’intervento e dopo circa 20 minuti come per magia il vostro difetto visivo è corretto.

Vero!

Ma quali sono effettivamente i tempi di recupero?

La chirurgia refrattiva è un intervento mininvasivo con un decorso operatorio breve, ma è pur sempre un intervento chirurgico ed è opportuno considerare i giusti tempi di riposo prima di riprendere le comuni attività.

CHIRURGIA REFRATTIVA E TEMPI DI RECUPERO

A volte si pensa che i tempi di recupero dipendano dalla gravità del difetto visivo corretto.

In realtà variano in base a due fattori:

  • La tecnica di chirurgia refrattiva utilizzata
  • La risposta individuale del paziente

I tempi di recupero in base alla tecnica di chirurgia refrattiva

In linea generale, la ReLEx SMILE è la tecnica che ha i tempi di recupero più rapidi. Trattandosi della tecnica più recente, che utilizza il Visumax, un laser a femtosecondi che consente di modellare la cornea con un’incisione di appena 2-4mm, è anche la più mininvasiva delle quattro tecniche.

La Femto-LASIK ha tempi di recupero simili alla SMILE, ma può dare qualche fastidio in più nei primi giorni dopo l’intervento, come ad esempio bruciore e lacrimazione. Questo dipende dall’incisione circolare per la creazione dello sportellino sulla cornea, il cosiddetto flap, per poter effettuare la correzione nella parte sottostante.

Se si opta per la PRK, la prima tecnica di chirurgia refrattiva inventata, i tempi di recupero si possono allungare con fastidi che possono durare per qualche settimana.

Un discorso a parte merita la tecnica Presbyond®, la tecnica utilizzata per la correzione della presbiopia, il difetto che compare dopo i 40 anni di età nella visione per vicino. Questa tecnica ha gli stessi tempi di recupero della Femto-LASIK, per il tipo di intervento, ma può richiedere tempi diversi per l’adattamento della vista sulle varie distanze, lunga, media e breve.

Aldilà dei fastidi iniziali nei giorni successivi all’intervento, il miglioramento della vista si nota già nelle prime 24-48 ore dopo l’intervento, nella maggior parte dei casi.

Per l’assestamento definitivo della vista ci possono volere anche sei mesi.

I tempi di recupero in base alla risposta del paziente

Ogni occhio è diverso. L’occhio è plastico e si adatta alle nuove condizioni, in cui la cornea è stata rimodellata, per vedere al meglio. Questo processo varia da persona a persona.

Durante la visita di idoneità alla chirurgia refrattiva si effettuano 9 esami diversi per stabilire i parametri esatti sui quali impostare il laser durante l’operazione. Questo ci da estrema sicurezza che la correzione che si fa in sala operatoria, sarà la migliore possibile per garantire una visione ottimale.

Quello che non possiamo prevedere è quanto i tessuti e le cellule del vostro occhio impiegano ad adattarsi alla “nuova” cornea rimodellata.

Alcuni pazienti vedono già benissimo dopo poche ore dall’intervento, altri impiegano giorni o settimane.

Bisogna poi tenere in considerazione che alcuni possono essere più esposti di altri alla secchezza oculare e anche se la visione è ottimale, i fastidi possono durare alcuni giorni.

Durante la visita per stabilire l’idoneità, il chirurgo comunica sempre i rischi generali e specifici dell’intervento di chirurgia refrattiva e se rileva patologie o condizioni che possono interferire con il decorso operatorio, li comunica sempre in maniera chiara al paziente.

Se invece non sussistono proprio i requisiti minimi per la buona riuscita dell’intervento, come uno spessore corneale non sufficiente, un’eccessiva secchezza oculare o una morfologia dell’occhio non adeguata, il paziente viene sempre considerato non idoneo.

QUALI SONO I TEMPI DI RECUPERO SPECIFICI PER LE ATTIVITÀ DI ROUTINE DOPO LA CHIRURGIA REFRATTIVA?

  1. Lavorare
    Il rientro a lavoro, se non comporta ambienti di lavoro con scarsa igiene, è possibile dopo circa 3-5 giorni se effettuate la tecnica SMILE o Femto-LASIK; potrebbe volerci anche una settimana per la PRK. Se lavorate al computer è possibile che nei primi mesi siano necessarie delle pause più frequenti dallo schermo.

  2. Guidare
    La guida si può riprendere in molti casi già dopo 48 ore. È importante attendere che la vista si sia stabilizzata un pochino, prima di mettersi alla guida. La visione nei primi giorni, nonostante sia in genere superiore rispetto a quella senza occhiali precedentemente all’intervento, può essere sfuocata. Spesso la guida notturna può creare qualche fastidio nei primi giorni per il bagliore intorno ai fari delle macchine.

  3. Fare sport
    Un’attività moderata come una passeggiata si può fare già il giorno stesso dell’intervento, indipendentemente dalla tecnica, purché vi sentiate in forma e già sicuri della visione, per non rischiare cadute. Per gli sport ad alto contatto come basket, calcio, pugilato, bisogna aspettare diverse settimane, a meno che non effettuiate la SMILE. Questa tecnica, proprio per i brevi tempi di recupero, viene consigliata agli sportivi e agli atleti professionisti, che possono tornare alla loro attività fisica dopo 5-7 giorni.

  4. Guardare la tv
    Se la luce dello schermo non fa lacrimare si possono tranquillamente guardare TV, smartphone o tablet. Tutti gli schermi luminosi nei primi giorni possono risultare fastidiosi, perché si crea lo stesso effetto dei fari delle macchine, con un alone intorno.È’ importante prestare attenzione all’eventuale secchezza oculare ed effettuare delle pause quando necessario.

  5. Truccarsi
    Per tutti gli amanti del make-up, potrete tornare ad usare ombretti, matite, eyeliner e mascara dopo circa un mese se avete effettuato la tecnica PRK, Femto-Lasik o Presbyond. Con la tecnica SMILE, dal momento che l’incisione è di soli 2mm, il trucco si può usare già dopo la prima settimana.

Queste sono delle indicazioni generali basate sulla nostra esperienza con centinaia di pazienti di chirurgia refrattiva. Ogni caso però deve essere valutato singolarmente.

Il chirurgo saprà consigliarvi al meglio per la ripresa delle attività durante le visite di controllo post-intervento.

Per ricevere maggiori informazioni sui tempi di recupero della chirurgia refrattiva o prenotare la visita di idoneità, potete chiamarci allo 079232532, scriverci un messaggio privato sulla nostra pagina Facebook o un’email a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..

0
0
0
s2sdefault