6 ragioni che spingono alla chirurgia refrattiva

6 ragioni che spingono alla chirurgia refrattiva

La chirurgia refrattiva consente di liberarvi di occhiali e lenti a contatto, correggendo in pochi minuti difetti di vista come miopia, astigmatismo, ipermetropia e presbiopia.

Non tutti però conoscono i vantaggi e le meraviglie della correzione dei difetti di refrazione con la chirurgia laser.

Considerare la chirurgia refrattiva come opzione alternativa agli occhiali e alle lenti a contatto non è immediato. Le ragioni che spingono all’intervento sono a volte casuali, a volte frutto di una ricerca e di una scelta ben ponderata. Molto spesso i nostri pazienti hanno portato gli occhiali per decine di anni.

Non a caso dopo l’intervento in tanti dicono “Perché non l’ho fatto prima!”.

SEI RAGIONI CHE SPINGONO ALLA CHIRURGIA REFRATTIVA

Dopo oltre 30 anni di esperienza nella chirurgia oculare ed in particolare in quella refrattiva, abbiamo individuato sei ragioni principali che guidano i nostri pazienti verso la scelta della correzione dei disturbi di refrazione con la chirurgia laser.

  1. Intolleranza alle LAC

    L’intolleranza alle lenti a contatto è la motivazione più frequente per cercare una soluzione di visione ottimale alternativa. Benché siano tollerate molto bene dalla maggior parte dei consumatori esiste una piccola percentuale di portatori, meno dello 0.2% di adulti che manifesta rossore, lacrimazione, prurito e altri sintomi.

    Quando i fastidi sono continui e persistenti e limitare le ore di uso delle lenti non è sufficiente a tenere sotto controllo i sintomi, si ricerca una soluzione con il proprio oculista.

    L’intolleranza alle LAC non va ignorata perché può comportare l’insorgenza di patologie anche gravi, tra cui congiuntivite, ipossia corneale e ulcera.

    Se sono presenti sintomi o patologie è bene effettuare una terapia adeguata e stabilire successivamente se la chirurgia refrattiva può essere una soluzione utile a risolvere il problema, evitando completamente l’uso delle LAC.

  2. Arruolamento nei corpi militari

    Tanti sono i ragazzi tra i 17 e 26 anni che ci contattano per avere i requisiti visivi richiesti per l’arruolamento nei corpi militari.

    Che si tratti dell’Esercito Italiano, della Marina Militare, L’Arma dei Carabinieri o la Polizia di Stato, la chirurgia refrattiva può essere d’aiuto, se ammessa nel bando di concorso. Bisogna sempre verificare quanto specificato e pianificare per tempo l’intervento. Benché i risultati siano visibili in molti casi già dopo 24-48 ore dall’intervento, la stabilizzazione dell’acuità visiva può richiedere anche sei mesi.

    La correzione chirurgica consente di affrontare il concorso con maggiore serenità, sapendo di possedere i requisiti visivi richiesti e di concentrare le energie sullo studio e la preparazione delle prove fisiche.

  3. Studio e lavoro

    Quando gli esami dell’università si avvicinano e si passano tante ore sui libri o al pc, gli occhiali e le lenti spesso diventano insopportabili. Gli occhiali sul naso sono pesanti, stancano ancora di più gli occhi e le palpebre risultano ancora più segnate. Le lenti dopo tante ore tra lezioni e biblioteca o di lavoro davanti allo schermo si asciugano e possono provocare secchezza oculare, prurito e rossore.

    La chirurgia refrattiva può essere di grande aiuto.

    Se programmata con anticipo, molto tempo prima delle sessioni di esame o durante l’estate, affrontare lo studio con una vista eccellente senza dover usare più occhiali e lenti a contatto o sforzare la vista per vedere le slide del prof dal fondo dell’aula, sarà un gran bella soddisfazione.

    Al COS, abbiamo una promozione sulla chirurgia refrattiva per gli studenti universitari #senzaocchialiconCOSStudenti, che da diritto ad uno sconto del 10% sul prezzo dell’intervento.

  4. Voglia di libertà

    Gli occhiali da vista e lenti sono una scomodità, un limite nel godere appieno delle attività quotidiane. Spesso ci vogliono anni prima di realizzare che grande scocciatura sono perché chi ha sempre avuto difetti di vista è ormai abituato ad essere legato agli occhiali o alle lenti per vedere.

    Gli occhiali non garantiscono la visione a 360 gradi e le lenti, benché superino questo limite, possono dare fastidi soprattutto se usate per molte ore. Si deve prestare attenzione alla disinfezione e al corretto uso, bisogna portarsi sempre dietro alla soluzione salina e il kit per le lenti settimanali o mensili anche quando si viaggia. Si spostano, si appannano, escono dall’occhio e cadono.

    Quando si raggiunge il limite di sopportazione, si cerca la strada alternativa della chirurgia refrattiva.

    Il commento che sentiamo più spesso dai nostri pazienti alla ricerca della libertà è “Sono rinato!”.

  5. Passione per lo sport

    La passione per lo sport, spinge non solo atleti professionisti, ma anche giocatori amatoriali, entusiasti del fitness, appassionati di arrampicata, trekking e sport acquatici, a considerare la chirurgia refrattiva per migliorare la propria performance o trarre maggiore soddisfazione dalla pratica.

    Gli occhiali e le LAC impediscono di godere appieno del divertimento e del giovamento della pratica dello sport. La chirurgia refrattiva fa vivere l’attività fisica in maniera completamente differente, con serenità e libertà.

    Avere una mira migliore, correre e allenarsi senza il sudore che va a finire nelle lenti, non doversi preoccupare dell’acqua negli occhi, godersi il panorama dopo l’escursione senza usare gli occhiali da vista fa davvero la differenza.

  6. Voglia di sentirsi più giovani

    Questa è la motivazione degli over 40. Quando si inizia a dover strizzare gli occhi e allontanare il piano di lettura per mettere a fuoco articoli e pagine web, istruzioni o etichette, non è una bella esperienza. È arrivata la presbiopia.

    La perdita di elasticità del cristallino è fisiologica, ma spesso l’invecchiamento cellulare non è in linea con l’età biologica o con come ci si sente nel fisico e nello spirito. Gli occhialini da lettura sul viso danno immediatamente la sensazione di una persona avanti con l’età, ma perché rinunciare a mostrare gli anni che davvero ci si sente?

    La correzione laser Presbyond elimina la presbiopia e contemporaneamente anche eventuali altri difetti visivi.

    Per chi non ha mai dovuto portare occhiali e lenti a contatto, improvvisamente la necessità di dover dipendere dagli occhialini per leggere, è inaccettabile. Con la chirurgia refrattiva si supera questo problema e si ritorna liberi e indipendenti.

Qualsiasi sia la vostra motivazione per l’intervento di chirurgia refrattiva, potete contattarci per maggiori informazioni sull’intervento, i tempi e i costi. Chiamateci allo 079232532 o lasciate il vostro nome, cognome e numero di telefono in un messaggio privato sulla nostra pagina Facebook per essere ricontattati.

Saremo felici di aiutarvi a raggiungere il vostro obiettivo.

0
0
0
s2sdefault