4 cose che ti sentirai dire alla visita di idoneità per la chirurgia refrattiva

4 cose che ti sentirai dire alla visita di idoneità per la chirurgia refrattiva

Sul web si trovano tantissime pagine sulla chirurgia refrattiva, tra cui gli articoli del nostro blog, ma leggere le informazioni online e parlare vis-a-vis con il proprio chirurgo fa una grande differenza. Per quanto facciamo del nostro meglio per pubblicare quanti più dati e notizie utili sul nostro sito; durante la visita di idoneità avete modo ti ottenere risposte individuali e personalizzate per il vostro caso e prendere coscienza di cosa voglia dire davvero intraprendere il percorso della chirurgia refrattiva.

LA VISITA D’IDONEITÀ

Per poter essere considerati dei buoni candidati alla chirurgia oculare, è necessario effettuare la visita di idoneità. Una visita oculistica approfondita che include 9 esami diversi della durata di circa un’ora e mezza, in cui verrete visitati da due chirurghi diversi per una maggiore accuratezza dei risultati.

Oltre ad esaminare tutte le parti dell’occhio e stabilire il buono stato di salute, la visita è occasione di scambio con il chirurgo. Potete chiarire eventuali dubbi e trovare le risposte che cercate sulla chirurgia refrattiva.

Ma soprattutto, è il momento per capire davvero in che cosa consiste l’intervento e cosa dovete davvero aspettarvi. I chirurghi del COS faranno chiarezza su molti aspetti del vostro percorso verso la libertà da occhiali e lenti a contatto.

4 COSE CHE TI SENTIRAI DIRE ALLA VISITA DI IDONEITÀ

Tra i vari aspetti della chirurgia refrattiva, vogliamo portare l’attenzione su quattro di essi che possono fare la differenza nelle varie fasi di considerazione e scelta dell’intervento.

  1. Quali sono le motivazioni che ti spingono alla chirurgia refrattiva
    La correzione dei difetti visivi con il laser è un’operazione mininvasiva, ma pur sempre un intervento chirurgico. È importante che siate motivati e dietro la vostra scelta ci siano delle ragioni forti, come ad esempio l’intolleranza alle lenti, la partecipazione ai concorsi per l’arruolamento nei corpi militari o quando l’uso di occhiali da vista e LAC compromette la qualità della vostra vita nelle più semplici attività quotidiane, come la palestra, il lavoro o le occasioni di socialità con gli amici.

  2. La correzione definitiva non si può stabilire in anticipo
    Durante la visita di idoneità, si valuta che siano presenti tutti i parametri necessari per la buona riuscita dell’intervento, tra cui l’acuità visiva, lo spessore e la forma della cornea, la qualità del film lacrimale. Non si può stabilire esattamente il tipo di risultato che si ottiene o quanti decimi vedrete dopo l’operazione, perché ogni occhio si adatta alla correzione in maniera differente. Ogni caso è individuale. I principali dati statistici degli interventi con i laser Zeiss dicono che il 95-98% dei pazienti si ritiene soddisfatto della nuova visione senza occhiali ne lenti.

  3. Il recupero postoperatorio è individuale
    Nella maggior parte dei casi il miglioramento della visione si nota già entro le 48 ore dall’intervento, quando si utilizzano le tecniche più recenti come Femto-Lasik e SMILE. In alcuni casi possono volerci alcune settimane. Il miglioramento della vista può essere progressivo e per ottenere la stabilizzazione completa possono volerci anche sei mesi. I fastidi post-intervento variano da persona a persona, possono durare qualche giorno o qualche mese e anche il grado di intensità può variare. Alcuni possono avvertire bruciore, secchezza, lacrimazione, rossore, prurito, che in genere vanno via dopo pochi giorni se si tratta delle tecniche più recenti o qualche settimana per la PRK. Se invece si vedono aloni o bagliori intorno alle luci o si avverte secchezza oculare, questi potrebbero durare un po’ più a lungo.

  4. Il consenso informato deve essere letto attentamente e firmato
    Il consenso è un documento che spiega esattamente come avviene l’intervento e quali sono i possibili, benché rari rischi. La procedura e i rischi di complicazioni vengono illustrati alla fine della visita di idoneità dal chirurgo oculare, ma prendere visione del consenso informato una volta tornati a casa, prima della seduta operatoria è di vitale importanza per fare una scelta consapevole. Il nostro team al COS è sempre felice di rispondere a tutte le domande che vi verranno in mente quando visionate il materiale che vi consegniamo anche dopo la visita di idoneità.

Gli altri aspetti della chirurgia refrattiva

I quattro punti appena elencati sono solo alcuni degli aspetti sui quali portare l’attenzione durante la visita di idoneità. Esistono altri fattori che influiscono nella scelta e nella pianificazione dell’intervento. Ad esempio, il riposo da lenti a contatto, i tempi di programmazione dell’intervento e l’assenza dal lavoro e il costo.

Se avete domande sulla visita di idoneità o desiderate prenotare un appuntamento, potete chiamarci allo 079.232532, scriverci un messaggio privato sulla nostra pagina Facebook o compilare il form sul nostro sito web.

CONDIVIDI
Pin It